Didattica interculturale e italiano L2

All’insegnamento di una lingua straniera, non si può non affiancare l’insegnamento della cultura.

didattica interculturale e italiano L2La lingua non è solo uno strumento astratto fatto di regole, ma è supportata da una cultura specifica che si manifesta attraverso di essa. In questa prospettiva, l’educazione interculturale non mira soltanto ad un accrescimento di conoscenze e competenze, ma vuole stimolare un vero e proprio cambiamento di mentalità e uno spirito di apertura nei confronti di altre culture e civiltà. Sembra quindi implicito che didattica interculturale e italiano L2 siano due temi fortemente legati: apprendere una seconda lingua significa infatti apprendere i modelli culturali collegati alla lingua in oggetto.

La cultura nell’insegnamento di una L2

Secondo Bruner la cultura si interiorizza nella mente dell’uomo sotto forma di regole mentali che svolgono un ruolo di guida nell’interazione uomo-ambiente. Queste regole mentali sono a sua volta condivise e seguite dai membri di una determinata società. Il processo di acquisizione di una seconda cultura si può definire:

  • inculturazione, un individuo apprende le regole sociali, linguistiche e culturali necessarie per “sopravvivere” in un contesto socio-culturale differente da quello d’origine;
  • acculturazione, in questo caso invece l’apprendente acquisisce una cultura diversa, rendendola “propria”.

Nel processo di acculturazione vi è dunque un graduale adattamento da parte dell’apprendente, che però non rinuncia all’identità della lingua nativa. Spesso inizialmente si parla di “shock culturale”, l’individuo avverte le più o meno numerose differenze culturali e ciò può provocare in lui paura e tensione in quanto inizia a mettere in discussione le sue credenze e valori.

Didattica interculturale e italiano L2

Nella didattica dell’italiano L2, quindi, le differenze interculturali giocano un ruolo significativo e l’insegnante deve tener conto solo della cultura che deve essere appresa, ma anche della cultura del nativo e delle difficoltà che potrebbe riscontrare. La cultura si manifesta in tutti i più svariati aspetti della nostra vita: nella preparazione dei cibi, nelle nostre abitazioni, nelle relazioni familiari, nel concetto di spazio e di tempo e così via.

Anche lo stesso linguaggio non verbale, che comprende gestualità, prossemica, vestemica, ecc. fa parte della cultura e cambia a seconda delle diverse popolazioni.

Per analizzare le differenze culturali, è necessario quindi che ci sia una corretta informazione sui costumi e sugli usi di un popolo, evitando di sfociare in stereotipi che potrebbero falsare l’interpretazione. Si potrebbero fornire, ad esempio, dei sociotipi e utilizzare vari metodi come: la comparazione, la creazione di situazioni o di simulazioni, il chiarimento dei malintesi, ecc.

Il ruolo dell’insegnante

Nella prospettiva di una didattica interculturale, lo scopo dell’insegnante è quindi quello di sensibilizzare alla diversità culturale e creare un clima di dialogo e di apertura, che porti al confronto e all’arricchimento reciproco. In particolare, si propone di:

  • aiutare gli studenti a “decentrarsi” pur mantenendo la propria identità come punto di riferimento;
  • formare mentalità flessibili, in grado di adattarsi e capire il contesto socio-culturale di riferimento;
  • suscitare curiosità e interesse nei confronti di culture diverse.

Didattica interculturale e italiano L2: approcci metodologici

Tra i vari approcci che si possono utilizzare, quando si parla di didattica interculturale e italiano L2, ricordiamo:

  • Cooperative learning o apprendimento cooperativo, con questo metodo, gli studenti imparano attraverso l’interazione e il lavoro di gruppo a cooperare e rafforzare le loro competenze nella comunicazione;
  • Problem solving, che incoraggia gli individui a interrogarsi, sfruttando la loro naturale curiosità, e permette un confronto con situazioni diverse da quelle abituali;
  • Role play, in cui i partecipanti simulano una determinata situazione, permette di mettere in pratica ciò che si è appreso e assumere una diversa prospettiva.

Migliora le tue competenze

Aggiorna la tua formazione

Chiedici una consulenza gratuita e
personalizzata, senza impegno.

Specializzati in italiano L2!

Inizia subito!

Con i nostri corsi avrai una solida
preparazione e un metodo efficace.

Summary
Didattica interculturale e italiano L2
Article Name
Didattica interculturale e italiano L2
Description
L'insegnamento dell'italiano L2 attraverso una prospettiva interculturale. Approcci, tecniche, metodi e ruolo del docente.
Author
Publisher Name
Forma Mentis
Publisher Logo

0 responses on "Didattica interculturale e italiano L2"

Leave a Message

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

© Forma Mentis - P. IVA 04839440759

Apri la chat
1
Ti serve aiuto? Scrivici su WhatsApp!
Possiamo aiutarti?

Questo sito utilizza Cookies per darti una migliore esperienza di navigazione. Accetta cliccando su "Accetta i cookies".
Visita la nostra Cookie policy

WeePie Cookie Allow cookie category settings icon

Impostazioni dei Cookie

Di seguito puoi scegliere che tipo di cookies accettare su questo sito. Clicca su "Salva le impostazioni sui cookie" per memorizzare la tua scelta.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.

WeePie Cookie Allow close popup modal icon