Certificazione Ditals I

Tutto quello che devi sapere sulla certificazione Ditals I: requisiti, date, sedi, costi, bibliografia e come prepararsi all'esame con corsi, test ed esercitazioni.

La Certificazione Ditals di I livello è un titolo culturale che certifica buona competenza generale in didattica dell’italiano a stranieri integrata da una competenza specifica in relazione ad un profilo di apprendenti (bambini, adolescenti, adulti e anziani, immigrati, studenti universitari, apprendenti di origine italiana, apprendenti di madrelingua omogenea: cinese, arabo, giapponese, russo, tedesco, operatori turistico-alberghieri, religiosi cattolici, studenti USA – University Study Abroad, cantanti d’opera).

Certificazione Ditals I: requisiti

Può accedere all’esame chi sia in possesso di ognuno dei seguenti requisiti:

1. Competenze linguistiche

Per i candidati di madrelingua italiana il possesso di un livello minimo A2 del QCER in una lingua straniera sulla base di uno dei seguenti titoli:

  • certificazione internazionale
  • laurea specifica (laurea in lingue)
  • superamento di un esame universitario nella lingua scelta
  • titolo di studio ottenuto nel Paese della lingua straniera scelta
  • superamento di un esame finale nella lingua straniera scelta presso scuole pubbliche o private
  • dichiarazione formale attestante lo svolgimento di un corso di livello minimo A2 in una lingua straniera

In mancanza di uno dei sopra citati requisiti il candidato potrà rivolgersi al Centro DITALS per ricevere indicazioni ai fini dello svolgimento di un test di autovalutazione per le sole lingue francese, inglese, spagnolo e tedesco.
La competenza nella lingua straniera potrà essere verificata prima dello svolgimento della prova d’esame, tramite un test “computer based” che prevede la traduzione di una breve frase dall’italiano ad una lingua straniera, ma non in tutte le sedi. Per questo motivo occorre informarsi presso la sede in cui ci si candida per sostenere l’esame.

Per i candidati di madrelingua non italiana:

  • Certificazione internazionale di italiano di livello C1 del QCER
  • Titolo di studio di scuola secondaria di I e II grado o di grado superiore ottenuto in Italia o presso le scuole italiane all’estero.
  • Diploma di Italiano di I grado dell’Università per Stranieri di Siena
  • Laurea in Italianistica conseguita all’estero

2. Titolo di studio

Diploma di laurea / Diploma di scuola superiore (valido per l’ammissione all’Università nel Paese in cui è stato conseguito)

3. Formazione glottodidattica

(minimo 24 ore) che può essere soddisfatta scegliendo una tra queste modalità:

  • partecipazione al corso di orientamento Ditals di I livello presso l’Università per Stranieri di Siena
  • frequenza di 2 moduli on line organizzati dal Centro DITALS – Università per Stranieri di Siena
  • partecipazione ad un corso di orientamento in presenza presso gli enti monitorati DITALS
  • partecipazione ad un corso universitario del settore scientifico disciplinare L-LIN02 equivalente ad almeno 3 CFU e superamento dell’esame finale

Essendo già in possesso di 3 CFU nel settore scientifico disciplinare L-lin/02 è possibile prepararsi all’esame Ditals I frequentando il corso on-line di didattica dell’italiano a stranieri.

4. Esperienza didattica

Dichiarazione che attesti attività didattica svolta, secondo uno dei seguenti casi:

  • almeno 60 ore di  insegnamento di lingua italiana in classi di italiano a stranieri;
  • minimo 60 ore di tirocinio in classi di italiano per stranieri, in Italia o all’estero;
  • almeno 60 ore di insegnamento di qualsiasi materia presso qualunque tipo di ente o scuola pubblica o privata (anche presso enti di volontariato) di cui almeno 15 ore devono essere di insegnamento o tirocinio in classi di italiano a stranieri.

Le ore di attività didattica richieste possono essere cumulabili purché incluse nelle tipologie sopra indicate. 

5. Competenze informatiche

  • Certificazione informatica ECDL o titolo omologo
  • Laurea specifica (laurea informatica)
  • Superamento di un esame universitario in informatica
  • Superamento di un esame di informatica presso scuole pubbliche o private
  • Dichiarazione formale attestante lo svolgimento di un corso di informatica

In mancanza di uno dei sopra citati requisiti, il candidato potrà rivolgersi al Centro DITALS per ricevere indicazioni ai fini dello svolgimento di un test di autovalutazione.

NOVITÀ 2021

A partire dal 2021 sarà necessario essere in possesso delle competenze linguistiche richieste per l’ammissione agli esami di certificazione al momento dell’iscrizione.
La competenza digitale (non più definita “competenza informatica”) sarà invece parte integrante delle prove di esame.

Non hai i requisiti? Chiedici come fare!

Se non hai i requisiti per poter accedere all’esame o vuoi ottenere direttamente una certificazione di II livello senza sostenere un doppio esame allora possiamo aiutarti con una consulenza gratuita e personalizzata per orientarti al conseguimento di un titolo di specializzazione, partendo dai requisiti che hai già, o maturando i requisiti minimi.
La consulenza non comporta alcun obbligo di iscrizione a corsi o esami, è molto rapida (solitamente non occorre più di mezza giornata lavorativa) avviene via e-mail ed è utilissima per individuare la strada più rapida ed economica per ottenere una certificazione di II livello.
Siamo sicuri di poterti indicare la soluzione più “smart”! Contattaci compilando questo modulo con i dati necessari per indicarti la soluzione ideale per te.

Esame di certificazione Ditals I: struttura e durata

L’esame prevede 3 prove scritte per una durata complessiva di 4 ore.

Le prove scritte sono così strutturate:

  • Sezione A – Analisi guidata di materiali didattici (10 domande a risposta chiusa e aperta);
  • Sezione B – Analisi guidata e sfruttamento didattico di un testo (12 domande a risposta chiusa e aperta);
  • Sezione C – Conoscenze glottodidattiche (1o domande a risposta chiusa e aperta comuni a tutti i profili e 3 domande a risposta aperta relative al profilo di apprendenti prescelto);

Esempio di esame Ditals I

Scarica un esempio di esame Ditals I.

Griglie di valutazione Ditals I

Per la sezione A il punteggio massimo per ogni domanda è di 4 punti e viene valutata l’attinenza al quesito, la completezza delle informazioni, le modalità di sviluppo dell’argomento e la presenza di esempi.

Per quanto riguarda la sezione B, i criteri di valutazione sono più complessi in quanto divisi per ciascun quesito.

Per il quesito B.1 relativo all’analisi del testo input si valuta se è stata indicata correttamente la complessità linguistica del testo, la tipologia testuale, e la struttura del discorso ed il punteggio massimo è di 7 punti.

Per il quesito B.2 relativo al contesto di apprendimento, si valuta la coerenza delle risposte date rispetto alle caratteristiche del testo, ma anche al suo sfruttamento didattico proposto al punto B3. Si valuta dunque se l’età, il livello il contesto e la rilevanza sono stati indicati in maniera corretta. Il punteggio massimo è di 3 punti.

Il quesito B.3, relativo alla costruzione di materiali didattici, è a sua volta suddiviso in 3 domande (a-b-c) così valutate:

B.3 a.: vengono valutate le coordinate di riferimento;
B.3 b.: viene valutata la descrizione dello svolgimento delle attività;
B.3 c.: viene valutata la realizzazione e in particolare:

– coerenza dell’attività realizzata con quanto indicato in B2
– coerenza dell’attività realizzata con quanto indicato e richiesto in B3 a
– sfruttamento testo input
– chiarezza e completezza delle istruzioni
– realizzazione dell’attività

Il punteggio massimo è di 15 punti.
La coerenza globale delle sezioni B2 e B3 viene valutata con un punteggio massimo di 5 punti.

Per quanto riguarda la sezione C comune a tutti i profili, viene valutata l’attinenza al quesito, la completezza delle informazioni e la modalità di sviluppo per un punteggio massimo di 12 punti per le domande a risposta chiusa e 10 punti per le domande a risposta aperta.

Infine, per la sezione C2, specifica per ciascun profilo prescelto, viene valutata l’attinenza al quesito, la completezza delle informazioni, le modalità di sviluppo e l’appropriatezza stilistica per un punteggio massimo di 9 punti a domanda (in tutto 18).

Se il candidato raggiunge il punteggio minimo solo in una o due sezioni, il risultato ottenuto è capitalizzabile e il candidato potrà sostenere nuovamente le prove relative alle sezioni non superate entro tre anni dalla data nella quale ha sostenuto l’esame per la prima volta.

È disponibile il pdf con criteri e griglie di valutazione Ditals I.

Punti di forza della certificazione Ditals I

Si tratta dell’unica certificazione che attesta, oltre ad una competenza generale di base, anche una competenza per specifici profili di apprendenti; tale suddivisione è utile solo se si ha la necessità di spendere la certificazione esclusivamente in un ambito specifico (ne elenchiamo alcuni solo a titolo esemplificativo e non esaustivo: apprendenti bambini, apprendenti studenti universitari, operatori turistico-alberghieri, religiosi cattolici ecc.).

La certificazione Ditals di I livello e l’unica certificazione che consente un accesso relativamente rapido ai diplomati, anche se piuttosto dispendioso. I diplomati, infatti, possono accedere alla certificazione seguendo una specifica formazione e svolgendo un numero minimo di ore di tirocinio/insegnamento. Mentre l’esperienza didattica è liberalizzata e si può svolgere presso qualsiasi ente, la formazione è ristretta all’ambito dell’Università per Stranieri di Siena e degli enti con questa convenzionati.

La certificazione Ditals è scalabile. Infatti il possesso della certificazione Ditals di I livello costituisce una corsia preferenziale per l’accesso alla certificazione di livello più elevato che, anche in questo caso, può essere raggiunta con il diploma di scuola media superiore. Il percorso che con un diploma consente di arrivare alla certificazione di II livello, tuttavia, è decisamente il più dispendioso.

Questa certificazione è abbastanza popolare e non è difficile trovare una sede per sostenere l’esame.

Caratteristiche tipiche ed elementi “a doppio taglio” della certificazione Ditals I

In questa sezione presentiamo caratteristiche peculiari di ogni certificazione rispetto alle altre ed indichiamo quali potrebbero essere dei punti che a seconda dei casi potrebbero rappresentare un vantaggio o uno svantaggio.

Dal 2020 le domande volte a testare le competenze informatiche e linguistiche (utili in caso il candidato non possa vantare gli specifici titoli elencati che soddisfano il requisito in questione) non vengono somministrate da tutte le sedi. In alcune sedi d’esame poi tali competenze vengono testate e quindi riconosciute (esclusivamente in funzione dell’accesso all’esame) previa versamento di quote ulteriori ed il costo finale dell’esame potrebbe quindi aumentare.

Punti di debolezza della certificazione Ditals I

La certificazione Ditals di I livello, come la certificazione Dils-PG di I livello, non è riconosciuta dal MIUR che in occasione dei concorsi a cattedra non attribuisce punteggio alle certificazioni di I livello.

Punto da non sottovalutare è la stabilità dei requisiti che negli ultimi due anni hanno subito modifiche rilevanti sia per quanto riguarda le competenze (dal 2015 sono richieste competenze linguistiche e informatiche che prima non erano richieste) sia per quanto riguarda l’esperienza (le ore previste come tirocinio fino al 2015 comprendono ora almeno 15 ore di insegnamento in classi di italiano a stranieri).

Fino al 2015 si poteva accedere alla certificazione senza svolgere una specifica formazione o, addirittura, da privatisti. Dal 2015 è obbligatoria la frequenza di un corso in presenza tranne nel caso in cui si possa far valere un “corso universitario del settore scientifico disciplinare L-LIN02 equivalente ad almeno 3 CFU e superamento dell’esame finale”. Solo se si è in possesso di questi CFU infatti è possibile frequentare un corso online.

Questa evoluzione continua dei requisiti, modificati ulteriormente nel 2020 e nel 2021, che nelle intenzioni dell’Unistrasi ha lo scopo di garantire una sempre maggiore qualità della certificazione, consiglia di essere piuttosto rapidi nel maturare/conseguire gli stessi in vista dell’accesso all’esame. Queste continue modifiche suggeriscono di programmare l’esame in un orizzonte temporale a breve o al massimo medio termine. Solo in questo modo infatti si può evitare di incorrere in ulteriori cambiamenti dei requisiti che costringono chi aspira alla certificazione, come già avvenuto in passato, ad una continua e dispendiosa “corsa al requisito”. Va considerato che i requisiti sono stabiliti solo per l’accesso all’esame senza la benché minima ipoteca sul titolo o vantaggi di sorta nella valutazione finale.

La divisione in profili di apprendenti, caratteristica unica nel panorama delle certificazioni glottodidattiche, costituisce a nostro avviso una eccessiva frammentazione delle competenze certificate, stante il numero elevato di profili di apprendenti e la loro, a volte esasperata, specificità. Infatti per alcuni profili di apprendenti, evidentemente maggiormente richiesti, le sessioni d’esame sono più numerose rispetto a quelle disponibili per altri profili.
Dal 2020 infine non è più possibile sostenere l’esame Ditals I per più profili di apprendenti nella stessa sessione.

La certificazione Ditals di I livello, insieme a quella di livello superiore, è l’unica certificazione a richiedere:

  • – competenze linguistiche;
  • – competenze informatiche (dal 2021 non più prerequisiti di accesso ma integrate nella prova d’esame come competenze digitali)

Dal 2020 le domande volte a testare le competenze informatiche e linguistiche (utili in caso il candidato non possa vantare gli specifici titoli elencati che soddisfano il requisito in questione) non vengono somministrate da tutte le sedi. In alcune sedi d’esame poi tali competenze vengono testate e quindi riconosciute (esclusivamente in funzione dell’accesso all’esame) previa versamento di quote ulteriori ed il costo finale dell’esame potrebbe quindi aumentare.

Il percorso formativo, come si diceva, è obbligato. Non solo non ci si può preparare autonomamente e presentarsi all’esame “da privatista” (come per le altre certificazioni) ma il percorso di studi non è liberalizzato e ci si deve rivolgere solo ad enti convenzionati con l’Unistrasi. In questo senso la certificazione Ditals costituisce un “sistema chiuso” nel quale è possibile entrare con altre certificazioni ma dal quale, una volta entrati, è difficile svincolarsi. Infatti è possibile accedere al Ditals di II livello se si è in possesso delle certificazioni Cedils e Dils-PG ma non è possibile accedere alle certificazioni Cedils e Dils-PG avendo già conseguito la certificazione Ditals di I livello.

Ne consegue che la formazione specifica per il Ditals I sia generalmente decisamente più onerosa rispetto alle altre certificazioni. Basti pensare infatti che le sedi dei corsi devono solitamente sostenere oltre alle spese ordinarie di erogazione del corso, anche quelle di convenzione con l’ente certificatore. Ovviamente tali spese incidono anche sul costo dei corsi. Per la certificazione Ditals di I livello occorre considerare, oltre al costo della formazione, l’eventuale costo del tirocinio/insegnamento che, se non già maturato, non sempre è possibile svolgere gratuitamente.

Corso Ditals I

Preparati all’esame con il corso Ditals I online, un percorso specifico per la preparazione a questo esame contenuto sia nel corso on-line di didattica dell’italiano a stranieri in autoapprendimento che nel corso on-line di didattica dell’italiano a stranieri con docente.

Sedi d’esame in Italia

La mappa interattiva delle sedi d’esame Ditals in Italia è un contenuto riservato agli utenti registrati.

Registrati o fai il log-in per visualizzarla.

Calendario delle sessioni d’esame

Il calendario delle sessioni d’esame Ditals I è un contenuto riservato ai membri registrati.

Registrati o fai il log-in per visualizzarlo.

Tassa d’esame per la certificazione Ditals I

La tassa d’iscrizione all’esame Ditals I è di 170,00 Euro (150,00 Euro + 20,00 Euro di tassa di preiscrizione non rimborsabile). In caso di capitalizzazione sostenere una sola delle prove prevede una tassa di 50,00 Euro per ciascuna prova da ripetere.
È possibile che vi siano costi aggiuntivi imputabili alle sedi.

Bibliografia Ditals I

La bibliografia consigliata per la preparazione all’esame Ditals I è un contenuto riservato ai membri registrati e nel forum si trova sia il link da cui scaricare l’elenco dei testi che una introduzione per spiegare il contenuto e l’approccio con cui è stata redatta.

Registrati o fai il log-in per visualizzare le discussioni nel forum sulle bibliografie degli esami di certificazione.

© Forma Mentis - P. IVA 04839440759

Apri la chat
1
Ti serve aiuto? Scrivici su WhatsApp!
Possiamo aiutarti?

Questo sito utilizza Cookies per darti una migliore esperienza di navigazione. Accetta cliccando su "Accetta i cookies".
Visita la nostra Cookie policy

Impostazioni dei Cookie

Di seguito puoi scegliere che tipo di cookies accettare su questo sito. Clicca su "Salva le impostazioni sui cookie" per memorizzare la tua scelta.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.