fbpx

Dati MIUR sulla presenza di studenti stranieri nella scuola pubblica

Print Friendly, PDF & Email

 

La presenza degli stranieri nella scuola pubblica italianaDopo l’istituzione della classe di concorso A023 da parte del MIUR nel 2016 ed i conseguenti problemi relativi all’inserimento nell’organico dei vincitori del concorso, una analisi della situazione sul territorio potrebbe aiutare meglio a capire non solo i modi e tempi che il MIUR stesso potrebbe mettere in campo per risolvere il problema ma anche quali saranno le prospettive degli insegnanti di italiano L2 nella scuola pubblica, prima incognita, tra tutte, quella dell’istituzione di un TFA per la A023.

I dati che il Ministero ha recentemente pubblicato, relativi all’anno scolastico in corso, rivelano una presenza media del 9,49% di studenti stranieri nella scuola pubblica con picchi superiori al 50%. I dati sono relativi agli iscritti di cittadinanza non italiana dalla scuola primaria alla secondaria di secondo grado. Le statistiche escludono i cittadini italiani figli di immigrati.

I dati del MIUR sono stati trasposti in una mappa che riporta in rosso le aree in cui la presenza di studenti stranieri supera la media nazionale, mentre sono riportate in azzurro le aree in cui la presenza di studenti stranieri è al di sotto della media nazionale.
La mappa interattiva riportata di seguito consente di selezionare una visualizzazione della situazione complessiva o quella relativa alle sole scuole primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado, oltre che selezionare la situazione regione per regione e provincia per provincia. Oltre all’aspetto che ictu oculi colpisce, cioè quello della divisione nord/sud che palesano due situazioni diametralmente opposte e cioè quelle di una scuola multietnica tipica più del nord che del sud Italia, è necessario rilevare che i dati del MIUR non contengono dati esaustivi in quanto mancano i dati relativi a molti comuni e alle regioni Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige.

 

Altra mappa interessante è quella che si ottiene dai dati ISTAT 2016 sulla presenza di cittadini stranieri under 18 sul territorio italiano. Questa seconda mappa sembra seguire pedissequamente la prima ma offre il vantaggio, se letta “in combinato disposto” con la precedente, di compensare i dati del MIUR, consentendo di dare uno sguardo di massima sia sulle regioni escluse dai dati MIUR che sulle aree in cui i dati MIUR risultano essere incompleti. In questa seconda mappa inoltre, potendo selezionare anche l’età degli stranieri presenti in Italia, si può trarre anche qualche conclusione sul trend dei prossimi anni.

Potrebbe interessarti anche...

© Forma Mentis - P. IVA 04839440759

X

Questo sito utilizza Cookies per darti una migliore esperienza di navigazione. Accetta cliccando su "Accetta i cookies".
Visita la nostra Cookie policy