Insegnare italiano in Europa: Olanda e Regno Unito

Insegnare italiano in Europa. Dopo l'Austria e la Germania analizziamo la situazione in altri due Paesi, l'Olanda e il Regno Unito.

Insegnare italiano in EuropaDove insegnare italiano in Europa? Avevamo già affrontato l’argomento con un articolo a proposito dell’insegnamento dell’italiano nelle Volkshochschulen in cui la nostra lingua è presente tra i percorsi destinati all’istruzione degli adulti in Germania ed Austria. Oggi approfondiremo l’argomento, analizzando la situazione in altri due paesi europei: Olanda e Regno Unito.

Insegnare nelle Volksuniversiteit in Olanda

Nei Paesi Bassi la legge sull’istruzione e la formazione professionale degli adulti (WEB) del 1996, ha riunito le varie forme di educazione degli adulti in un quadro di riferimento unico. Il Decreto di attuazione della WEB regola, inoltre, i finanziamenti per l’educazione professionale e per gli istituti di istruzione per adulti. Tra questi ultimi, rivestono un ruolo importante le Volksuniversiteit, cioè le “università popolari” olandesi.

Fondata nel 1913, la Volksuniversiteit di Amsterdam è la più antica università popolare dei Paesi Bassi. Inizialmente creata con lo scopo di ridurre il divario sociale tra la classe operaia e l’élite, dagli anni ‘90 offre corsi incentrati sull’istruzione e sulla formazione professionale degli adulti, strettamente legati alla vita quotidiana e alle esigenze degli studenti. Di particolare importanza risultano, quindi, essere i corsi destinati all’apprendimento delle lingue straniere.

Tra questi ultimi spiccano, in particolare, i corsi di lingua italiana con una proposta di offerta formativa, che varia dal livello principiante al livello avanzato. La Volkuniversiteit di Amsterdam, inoltre, è alla costante ricerca di insegnanti specializzati nei diversi ambiti dei corsi da loro proposti. Infatti, sul loro sito è presente la sezione “Job vacancies”, in cui si specifica la possibilità di poter inviare la propria candidatura e il proprio CV all’indirizzo e-mail di riferimento. Nel caso dei corsi di lingua italiana sarà ovviamente richiesta una formazione specifica per l’insegnamento dell’italiano a stranieri.

Insegnare italiano in UK

Per quanto riguarda l’istruzione degli adulti, il Regno Unito offre diverse possibilità. Ci sono adulti che frequentano la scuola allo scopo di ottenere, ad esempio, il Certificato Generale di Istruzione secondaria (GCSE) o la maturità (A level), mentre, la maggior parte degli adulti che decide di fare un corso di formazione, frequenta un Further Education College o un istituto di istruzione superiore (College of Higher Education).

A partire dal 2014, il governo del Regno Unito ha firmato dei Devolution Deals con 10 regioni inglesi, in cui designa il trasferimento di fondi e poteri decisionali dal governo centrale alle regioni. I termini dei Devolution Deals variano a seconda delle regioni e alcuni di questi prevedono il trasferimento dei poteri in materia di istruzione e formazione degli adulti.

In Gran Bretagna, vi è una sempre maggiore attenzione, all’interno delle comunità, alle competenze e all’istruzione degli adulti e alla rimozione di ostacoli, incontrati da persone appartenenti ai gruppi sottorappresentati. Infatti, oltre alle infrastrutture, ai meccanismi economici e di gestione, alle esportazioni e all’innovazione, è l’istruzione a costituire uno dei fattori determinanti della produttività.

Per questa ragione, sono stati creati molti i programmi volti alla formazione professionale e all’istruzione degli adulti. Tra le competenze principali da acquisire, risultano fondamentali le competenze linguistiche, con una particolare attenzione allo studio e all’apprendimento delle lingue straniere, tra cui anche la lingua italiana.

Un contesto di insegnamento dell’italiano agli adulti in UK, che rientra in questa tipologia di accordi, sono i corsi tenuti nelle U3A, le università della terza età. Infine, a proposito della possibilità di insegnare italiano in UK, avevamo anche raccolto la testimonianza di una insegnante di italiano in Scozia.

Per chi oggi fosse, quindi, interessato ad insegnare italiano in Europa, è necessario possedere una formazione glottodidattica specifica in quest’ambito, che può essere dimostrata tramite il conseguimento di una certificazione in didattica dell’italiano a stranieri (Cedils, Ditals II o Dils-PG II).

Vuoi insegnare italiano a stranieri?

In Italia, all’estero, online.

Chiedici una consulenza gratuita e
personalizzata, senza impegno.

Specializzati in italiano L2!

Inizia subito!

Con i nostri corsi avrai una solida
preparazione e un metodo efficace.

0 responses on "Insegnare italiano in Europa: Olanda e Regno Unito"

Leave a Message

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© Forma Mentis - P. IVA 04839440759

Apri la chat
1
Ti serve aiuto? Scrivici su WhatsApp!
Possiamo aiutarti?

Questo sito utilizza Cookies per darti una migliore esperienza di navigazione. Accetta cliccando su "Accetta i cookies".
Visita la nostra Cookie policy

Impostazioni dei Cookie

Di seguito puoi scegliere che tipo di cookies accettare su questo sito. Clicca su "Salva le impostazioni sui cookie" per memorizzare la tua scelta.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.