Titoli di specializzazione in italiano L2: la guida definitiva per tutte le classi di concorso

Definiamo una volta per tutte le caratteristiche salienti di questa macro-categoria di titoli.

Titoli di specializzazione in italiano L2I titoli di specializzazione in italiano L2 dal 2016 costituiscono un requisito necessario per la classe di concorso A023, unitamente al titolo di accesso principale.
A partire dal luglio 2020, con l’istituzione delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze e con il rimaneggiamento delle tabelle di valutazione titoli, viene attribuito punteggio a questa tipologia di titoli in tutte le classi di concorso.
Di conseguenza l’interesse è cresciuto enormemente anche se il grande pubblico ancora stenta a comprendere come inquadrare i titoli di specializzazione in italiano L2.

Con il crescente interesse verso questi titoli ci vengono sempre più spesso rivolte domande del tipo: “Posso ottenere un titolo di specializzazione in italiano L2 anche se insegno matematica?”, “Con la laurea in giurisprudenza posso ottenere una specializzazione in italiano L2?” o “Quanto tempo è necessario per il conseguimento di questo titolo e quali sono i costi?”.

Il modo in cui vengono poste queste domande denota un approccio che, mutuato da esperienze precedenti con certificazioni e altri titoli che attribuiscono punteggio nelle graduatorie della scuola pubblica, non può essere applicato sic et simpliciter ai titoli di specializzazione in italiano L2.

In questo articolo spieghiamo perché in realtà la prima domanda da porre dovrebbe essere: “A quale titolo posso accedere con i miei requisiti?”.

Cosa si intende per titoli di specializzazione in italiano L2

Facciamo un passo indietro e andiamo con ordine. Vediamo, prima di tutto, cosa si intende con “Titoli di specializzazione in italiano L2” o con “specializzazione in italiano L2”.
I Titoli di specializzazione in Italiano L2 costituiscono una macro categoria che comprende al proprio interno 4 categorie di titoli:
– una scuola di specializzazione;
– diversi master di I livello;
– diversi master di II livello;
– tre certificazioni glottodidattiche di II livello.

Si tratta di un elenco tassativo di titoli che il MIUR ha stilato con il Decreto Ministeriale 92 del 25 febbraio 2016.
Per intenderci non tutti i master di I e II livello in italiano L2 infatti sono titoli di specializzazione, ma solo quelli presenti nell’elenco del MIUR.

Ecco spiegato perché esistono master in italiano L2 che attribuiscono 1 punto in GPS ed altri master, sempre in italiano L2, che attribuiscono 3 punti in GPS.
I primi non sono elencati nel D.M. 92/2016 e quindi sono master che potremmo definire “ordinari”; i secondi, presenti nell’elenco ministeriale, sono valutati non già in qualità di master, ma in qualità di titoli di specializzazione in italiano L2.

I titoli di specializzazione in italiano L2 nelle tabelle di valutazione titoli

Se nella scelta di un master si considera solo la dicitura “L2” o si bada esclusivamente all’aspetto economico si rischia di realizzare troppo tardi che il punteggio attribuito è più basso di quello su cui si faceva affidamento.
Il punteggio attribuito nelle GPS e nei concorsi a cattedra ai titoli riconosciuti come “specializzazione in italiano L2” è tre volte quello attribuiti ai master “ordinari”. I titoli di specializzazione in italiano L2 attribuiscono infatti 3 punti in GPS rispetto ad 1 punto attribuito ad un master “ordinario”. Nei concorsi invece vengono attribuiti 1,5 punti ai titoli di specializzazione in italiano L2 mentre ne sono riconosciuti 0,5 ai master “ordinari”.
Il riconoscimento di punteggio avviene anche in altri contesti nelle graduatorie della scuola pubblica, ne avevamo già parlato in un’altra occasione nel nostro blog.
Ricordiamo che i punteggi nelle graduatorie sono riconosciuti in tutte le classi di concorso salvo che nella A023 per la quale il titolo di specializzazione conseguito costituisce requisito di accesso. Per poter vantare i relativi 3 punti in GPS occorre conseguirne due, il primo che valga come requisito di accesso, il secondo come titolo di specializzazione.

Differenze tra titoli di specializzazione: le certificazioni glottodidattiche

Chiarito quindi che in questa macro categoria rientrano titoli di natura differente diamo uno sguardo alle caratteristiche delle categorie comprese all’interno. Come dicevamo sono titoli di specializzazione in italiano L2:
– scuola di specializzazione
– master di I livello

– master di II livello
– certificazioni glottodidattiche di II livello

Al contrario delle prime tre categorie che comprendono titoli accademici, l’ultima categoria include titoli culturali. Questa caratteristica ha dei risvolti che rendono le certificazioni glottodidattiche più appetibili rispetto agli altri titoli di specializzazione. Vediamo quali sono.

Nessuna incompatibilità

La natura non accademica del titolo consente il conseguimento di una certificazione glottodidattica anche contestualmente allo svolgimento di formazioni universitarie, senza che ciò generi alcun conflitto. Conflitti che invece sussisterebbero nel caso in cui il titolo di specializzazione che si intende conseguire fosse costituito da un master, incompatibile con percorsi universitari svolti contemporaneamente.

Gli enti certificatori

Ma non sono sempre titoli rilasciati da università? Sì, in effetti gli enti certificatori sono le Università per stranieri di Siena e di Perugia e l’Università Ca’ Foscari di Venezia, ma il fatto che si tratti di atenei è puramente casuale. In questo contesto le università si spogliano dell’abito accademico e vestono i panni di enti certificatori. Lo fanno tramite enti preposti a rilasciare questi titoli come centri di valutazione e certificazione linguistica, laboratori e centri specializzati istituiti appositamente.

I titoli più rapidi da conseguire e quelli più economici

Le certificazioni glottodidattiche spiccano tra i titoli di specializzazione in italiano L2 anche per altre due caratteristiche non trascurabili.
Il titolo di specializzazione si consegue con una verifica puntuale delle competenze del candidato che vengono testate in un apposito esame di certificazione. Non si tratta quindi di percorsi formativi come i master.

Ciò implica che il percorso può essere notevolmente più rapido rispetto a quello di un master o di una scuola biennale di specializzazione.
Di conseguenza il conseguimento di una certificazione glottodidattica è anche notevolmente più economico se confrontato con l’impegno economico necessario per conseguire gli altri titoli di specializzazione.
Abbiamo fatto una ricognizione dei costi per conseguire i titoli di specializzazione di ciascuna categoria. Ne è venuto fuori che il costo di una scuola biennale di specializzazione L2 è di 3.200 Euro.
Il costo medio di un master di I livello è di 2.401 Euro mentre il costo medio di un master di II livello è di 2.130 Euro.
Il costo medio di iscrizione ad un esame di certificazione di II livello invece è di 205 Euro: dalle 10 alle 15 volte inferiore al costo di altri percorsi, più lunghi, che consentono di ottenere un titolo che attribuisce lo stesso punteggio nelle graduatorie docenti ed assolve allo stesso requisito di specializzazione in italiano L2.

Risulta ora lapalissiano che le certificazioni glottodidattiche di II livello siano la categoria di titoli di specializzazione economicamente più conveniente tra quelle elencate nel D.M. 92/2016.

Il nodo dei requisiti di accesso

Le differenze tra i titoli di specializzazione non finiscono qui. Abbiamo analizzato gli aspetti principali: la natura del titolo, che consente alle certificazioni di non creare conflitti con altri percorsi accademici svolti contestualmente; i costi ed i tempi, che consentono di conseguire questi titoli in meno tempo e con un impegno economico più ragionevole rispetto ad altri titoli di specializzazione; ma c’è ancora un altro aspetto che non è possibile trascurare.

Contrariamente ad altre certificazioni più conosciute, come quelle linguistiche e informatiche, le certificazioni glottodidattiche non hanno una scadenza e non necessitano di rinnovi periodici ma prevedono dei requisiti per l’ammissione all’esame.
Non tutti possono accedere a qualunque certificazione di II livello indifferentemente.

Ciascun ente certificatore infatti stabilisce, nell’ambito dell’esercizio della propria autonomia, dei requisiti per consentire l’accesso al proprio esame. Requisiti di accesso differenti per ciascun esame quindi.
I tre titoli di specializzazione costituiti da certificazioni glottodidattiche di II livello (Cedils, Ditals II e Dils-PG II) hanno lo stesso valore e conseguire l’uno o l’altro è, con le dovute differenze, visto che si tratta di titoli culturali, come conseguire una laurea nella stessa facoltà ma in atenei differenti. Ciò che cambia è l’ente che rilascia il titolo ma il valore del titolo resta invariato.

I requisiti di accesso agli esami possono essere anche molto diversi.

Per mantenere la stessa metafora del corso di laurea pensate ora che uno dei tre atenei abbia stabilito un numero chiuso per l’accesso alla propria facoltà, che il secondo preveda un test di ingresso e che il terzo invece consenta a tutti di iscriversi allo stesso corso di laurea.
Ora forse è più chiaro come il valore del titolo sia in tutto e per tutto sovrapponibile al variare dei requisiti di ammissione all’esame. Questi ultimi infatti non riverberano alcun effetto sul titolo conseguito col superamento dell’esame che dipende appunto esclusivamente dalla valutazione della prova e non dai requisiti di ammissione alla stessa.

Non è il caso di affrontare, in questa sede, la ratio dei requisiti di ammissione e la loro evoluzione nel tempo. Prendiamo l’esistenza di questi requisiti come un dato di fatto e torniamo alla domanda che, come dicevamo, dovrebbe porsi chi intende conseguire una certificazione glottodidattica di II livello: “A quale esame posso accedere con i miei requisiti?”

Visto che i diversi titoli hanno lo stesso valore la scelta può cadere su uno dei tre in considerazione di criteri pragmatici quali la data d’esame compatibile con i tempi necessari per la preparazione, la sede d’esame più comoda, il possesso di tutti i requisiti senza necessità di doverne maturare degli altri, la possibilità di sostenere l’esame online o dover affrontare lunghi spostamenti.

Ti orientiamo gratuitamente alla scelta del percorso ideale
Ci occupiamo di orientamento alle certificazioni glottodidattiche dal 2008 e lo facciamo con metodo che ci consente di individuare oggettivamente, in ciascun caso, il percorso più agevole in termini di rapidità ed economicità per ottenere un titolo di specializzazione in italiano L2 costituito dalle certificazioni glottodidattiche di II livello. La nostra consulenza è personalizzata e gratuita, senza alcun impegno di iscrizione a corsi o ad esami.

Conseguire più titoli di specializzazione in italiano L2? Sì, ma solo per aumentare il punteggio in GPS

I percorsi che suggeriamo prendono in considerazione anche la possibilità di conseguire più di un titolo. Acquisire una certificazione in alcuni casi può comportare percorsi agevolati per il conseguimento di un’altra.
Il suggerimento di valutare se conseguire ulteriori titoli di specializzazione, dopo il conseguimento del primo, è rivolto esclusiva e te a chi intende aumentare il punteggio nelle GPS.
Un secondo titolo infatti riconosce competenze aggiuntive rispetto al primo già conseguito, ma riconosce ulteriore punteggio nelle Graduatorie Provinciali.
La tabella di valutazione titoli adottata per le GPS infatti consente di cumulare il punteggio dei titoli di specializzazione perché i 3 punti previsti vengono attribuiti “per ciascun titolo”.
Al contrario di quanto avviene per i master, che possono essere al massimo 3 e conseguirne un quarto non attribuirebbe alcun punteggio, per i titoli di specializzazione non è indicato alcun tetto massimo.

+3 punti in graduatoria

Per tutte le classi di concorso

Aumenta il punteggio in GPS e
nei concorsi ordinari e straordinari.

Specializzati in italiano L2!

Preparati online agli esami!

Titoli valutati per sostegno, graduatorie
all’estero, ITP, infanzia e primaria.

0 responses on "Titoli di specializzazione in italiano L2: la guida definitiva per tutte le classi di concorso"

Leave a Message

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© Forma Mentis - P. IVA 04839440759

Apri la chat
1
Ti serve aiuto? Scrivici su WhatsApp!
Possiamo aiutarti?

Questo sito utilizza Cookies per darti una migliore esperienza di navigazione. Accetta cliccando su "Accetta i cookies".
Visita la nostra Cookie policy

Impostazioni dei Cookie

Di seguito puoi scegliere che tipo di cookies accettare su questo sito. Clicca su "Salva le impostazioni sui cookie" per memorizzare la tua scelta.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.